Démaquillant naturale: come struccarsi con i prodotti fai da te

Se sei rimasta senza prodotti specifici o hai dimenticato di metterli in valigia, ecco come togliere il trucco senza problemi

Hai dimenticato latte detergente e tonico a casa? Ti sei accorta di aver terminato lo struccante quando il make up ha iniziato a colare e sei vicina a sembrare una parente del panda? Niente paura, a tutto c’è rimedio: basta fare un salto in cucina et voilà, il gioco è fatto. In dispensa abbiamo uno struccante naturale eccezionale, cioè l’olio di oliva. Ecco uno dei tanti rimedi che possiamo utilizzare quando la pelle grida vendetta e non vede l’ora di tornare ad essere libera e pulita.

Difficile a credersi, perché l’olio è grasso, ma qui si tratta di pura e semplice chimica: il grasso scioglie il grasso, dunque l’olio è perfetto per sciogliere il make up, a sua volta composto di grassi. Non è certo un mistero che mascara, fondotinta e rossetti abbiano componenti oleose.  Muniamoci quindi di oli naturali, una salvietta morbida e di un sapone naturale.

Continua a leggere

Impacchi anticellulite – Rimedi contro la cellulite

Uno dei migliori rimedi fai da te contro la cellulite consiste nell’utilizzare impacchi al caffè. Bere il caffè ogni giorno è un’abitudine che quasi tutti abbiamo e sarebbe un peccato non sfruttare gli effetti benefici che possiamo ricavare dai fondi che di solito gettiamo. E’ preferibile invece conservali in un luogo asciutto, magari in un contenitore, e riutilizzarli per creare un impasto omogeneo.

L’impasto ottenuto potrà essere usato per combattere la cellulite con facilità e senza acquistare prodotti costosi. Basterà applicarlo sulla zona interessata e lasciarlo per circa mezz’ora. Per facilitare l’applicazione dell’impacco consigliamo di aggiungere una piccola quantità di olio di oliva, olio di jojoba o del semplice miele, avvolgendo con la pellicola trasparente.

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia della caffeina contro la cellulite e le donne più attente avranno sicuramente notato che questa compare in numerosi prodotti cosmetici. Essa infatti agisce stimolando il drenaggio, permettendo quindi di rimuovere con maggior facilità i liquidi accumulati. Interessante, inoltre, che l’utilizzo della caffeina non implichi effetti indesiderati.

Chi preferisce può mettere a frutto i benefici della caffeina durante una rilassante e rigenerante doccia calda. I pori della pelle, dilatati dall’acqua calda, permetteranno un assorbimento veloce della caffeina contenuta nei fondi di caffè e questa agirà con la sua azione drenante.

Utilizzare il caffè come rimedio naturale contro la cellulite offrirà benefici già dopo la prima settimana di trattamento. I liquidi saranno meglio drenati e la cellulite sarà ridotta notevolmente.

Acconciature capelli raccolti

La vostra personalità ha bisogno di essere sottolineata con una pettinatura bellissima e le ultime proposte di hairstyles suggeriscono acconciature facili da creare e gestire in modo da farci sentire brillanti in ogni occasione. Le migliori pettinature sono sempre quelle che più si adattano al nostro stile di routine e alla nostra personalità, ma soprattutto alla forma del viso. Un vero look romantico richiede una acconciatura non troppo complicata o strutturata ma semplicemente favolosa. Per trarre ispirazione diamo una occhiata alle acconciature proposte sulle passerelle e reinventiamo il nostro look. Semplicità e femminilità sono la soluzione perfetta per coloro che sono delle inguaribili romantiche e con le nuove tecniche e gli strumenti disponibili attualmente sarà un gioco da ragazzi ricreare i tanti look alla moda. Tuttavia, per potere ottenere ad esempio uno chignon elegante si ha necessità di avere dei capelli almeno dalla media lunghezza, mentre per tutte quelle che vogliono sperimentare si può anche optare per delle extension colorate che catturano l’attenzione e sono un grande aiuto per l’allungamento della chioma. Raccogliete i capelli in una coda di cavallo semplice ed alta, oppure in uno chignon basso dallo stile casual, laterale o intrecciate in maniera particolare. Le opzioni sono difatti infinite, anche se evitate di risultare troppo appariscenti. Una pettinatura semplice e senza tempo è quella dei capelli lunghi portati sciolti per chi vuole mantenere un aspetto pulito e favoloso. Ci sono tanti prodotti a vostra disposizione per migliorare la struttura dei capelli e al contempo lasciarli morbidi e voluttuosi. Ondulati o ricci, queste acconciature sono la perfetta combinazione di seduzione e innocenza. Con il ferro arricci capelli si possono fare miracoli. Coloro che hanno i capelli più corti possono invece scegliere una acconciatura spettinata o dritta. Pochi accessori sui capelli, come una fascia per capelli semplice se volete aggiungere un tocco di colore o di stile preppy al vostro nuovo look.

Disturbi della pelle in gravidanza: rimedi e consigli

Problemi della pelle in gravidanza – Si dice che durante la gravidanza le donne siano più belle, e che la pelle diventi più liscia, morbida e luminosa. Ma non è sempre così.
Spesso dermatiti, acne, smagliature sono dietro l’angolo e possono rovinare la bellezza della pelle della donna incinta.
Ecco i problemi della pelle maggiormente diffusi e qualche consiglio su come rimediare.

Ipersensibilità – La pelle diventa estremamente sensibile, basta un leggero sfregamento o qualche goccia di profumo perchè diventi rossa e irritata immediatamente. L’ideale è non usare i soliti prodotti e preferire saponi, detergenti e creme naturali. Evitare scrub ed esfolianti e usare una spugna vegetale. Limitare l’esposizione della pelle a sostanze chimiche (come triclosan, parabeni e profumi) anche perchè con un piccolo taglietto o escoriazione queste sostanze e penetrano nella pelle e possono essere più facilmente assorbite dal flusso sanguigno. 

Brufoli e acne – Gli ormoni sono impazziti e questa tempesta ormonale potrebbe favorire la comparsa di brufoli e acne. Attenzione perchè non tutti i prodotti anti-acne possono essere utilizzati durante la gravidanza. Il perossido di benzoile e l’acido salicilico, ad esempio, sono stati collegati a problemi di crescita e difetti alla nascita in alcuni studi sugli animali. Per andare sul sicuro vanno bene acido lattico, tea tree oil, zolfo, tutti ingredienti che hanno dimostrato di non avere effetti teratogeni.

Secchezza e prurito – Assicuratevi di bere molta acqua e di umidificare bene tutti gli ambienti della casa. Utilizzate una crema idratante leggera e naturale e se la pelle prude molto provate un bagno caldo d’avena. 

Sensibilità al sole – L’aumento dei livelli di alcuni ormoni rendono la pelle molto più suscettibile alla formazione di macchie scure (maschera della gravidanza, o cloasma) e questo problema può peggiorare quando ci si espone ai raggi del sole. Quindi meglio tirar fuori un bel cappello a falda larga e una crema a protezione solare di almeno 30 e proteggersi dal sole. Laprotezione solare dovrebbe contenere biossido di titanio o ossido di zinco e non filtri solari contenenti sostanze chimiche come oxybenzone, homosalato e avobenzone che potenzialmente penetrano nel sangue e possono arrivare al feto. Leggere bene l’etichetta è d’obbligo prima di acquistare un prodotto.

Smagliature – Quando il corpo cresce rapidamente la pelle si tira sempre di più e si può strappare. le smagliature sono proprio degli strappi a livello cutaneo che dapprima sono rossi e poi diventano bianchi, come delle cicatrici. Non tutte le donne incinte soffrono di smagliature, molto dipende da una predisposizione genetica, ma è molto utile usare una crema idratante e antismagliature tutti i giorni sulle zone a rischio: fianchi, pancia, seno, glutei, interno coscia.

Eruzioni cutanee – Rossore e prurito non vanno mai ignorati, il prurito ai piedi e alle mani potrebbe essere segno di una colestasi della gravidanza, una malattia del fegato pericolosa per il bambino. Un semplice esame del sangue consente di assicurarsi che non ci sia questa patologia. UN’altra frequente eruzione cutanea della gravidanza è la PUPPP (papule pruriginosa orticaria e placche di gravidanza) che inizia dall’addome e si diffonde in altre zone del corpo. Non è un disturbo che danneggia il bambino ma può essere molto fastidioso. Il medico potrebbe prescrivere una pomata a base di acetato di triamcinolone

Colore smalto unghie estate 2014

Le donne lo sanno: per non sbagliare look è importante puntare sul classico, ecco perché lo smalto rosso rappresenta la scelta numero uno in fatto di manicure. Audace e malizioso, tinge le unghie di un’allure seducente che esprime femminilità.

Dalla celeb, alla mamma che non rinuncia allo stile, lo smalto rosso accontenta tutte le donne grazie al suo carattere trasversale. Ma per evitare spiacevoli cadute di stile è fondamentale scegliere la sfumatura giusta a seconda dell’età e dell’occasione. Ad esempio, la nuance rosso fuoco è indicata per le ventenni, mentre il rosso aranciato è l’ideale per le teen ager che si affacciano all’universo beauty per la prima volta. Le over 40 possono puntare su un rosso dai riflessi violacei, mentre il rosso veneziano e quello Valentino sono perfetti per tutti gli eventi e per ogni ora del giorno.

Se desideri essere al centro dell’attenzione e ami i look vistosi, abbina lo smalto rosso ad un rossetto della stessa tonalità: l’effetto femme fatale è assicurato. Ma ricorda che l’eleganza sta anche nella semplicità, per cui se hai scelto il mix smalto e rossetto rosso, stempera con un make-up occhi soft che tinge lo sguardo di un leggerissimo velo di mascara. Se invece vuoi esaltare la tua manicure rossa, abbinala ad un maquillage dai toni nude e delicati.

Depilazione Sopracciglia

Le sopracciglia incorniciano gli occhi, mettendo in evidenza lo sguardo. Allora perché trascurarle? Sopracciglia perfettamente curate sono il segreto per mettere in risalto tutta la bellezza naturale dei vostri occhi! Ecco i segreti per delle sopracciglia al top.

La forma
Per un effetto naturale, di rigore per incorniciare lo sguardo nel modo giusto, dovrete dare alle vostre sopracciglia una forma concordante con i lineamenti del vostro volto. Per un risultato perfetto seguite il disegno originario delle vostre sopracciglia, eliminando con una pinzetta solo i peletti che esorbitano dalla linea. Non toglietene troppi: le sopracciglia troppo sottili non sono per nulla naturali e non stanno mai bene! Preferite sempre la pinzetta alla ceretta: infatti, non solo sarà più semplice ritoccare, ma eviterete di stressare eccessivamente la pelle già delicata delle palpebre.

Il colore
Avete mai notato quanto sia fastidioso vedere una bella chioma bionda e sotto delle sopracciglia nere? Se cambiate colore ai capelli, non dimenticate mai le sopracciglia! Un colore contrastante è del tutto innaturale e romperà l’equilibrio del vostro viso con un effetto “finto”. Come fare allora? Esistono prodotti appositi per schiarire le sopracciglia! Se non vi sentite esperte, onde evitare di fare danni, chiedete al vostro parrucchiere di fiducia quando andrete a farvi il colore: sicuramente avrà una soluzione per le sopracciglia!
Se le vostre sopracciglia sono poco piene o si scorgono dei “vuoti”, riempiteli con l’aiuto di una matita apposita, facendo attenzione a sceglierla della stessa tonalità di colore delle stesse. Si tratta di matite correttrici a pasta morbida. Per un effetto naturale create dei piccoli puntini o trattini fino a riempire la zona vuota, assicurandovi che la punta non sia troppo larga per evitare un tratto innaturalmente spesso.

Come tenerle ordinate
I prodotti per tenere le vostre sopracciglia sempre perfettamente in ordine sono necessariamente due: il fissante e l’apposito pennello. Il pennello per le sopracciglia è composto da setole rigide per pettinare e allineare le sopracciglia. Utilizzatelo con piccoli movimenti verso l’alto e verso l’esterno del viso, premendo leggermente. Una volta terminata l’operazione, spruzzate un fissante per mantenere il lavoro fatto. In alternativa potrete stendere il fissante direttamente sulle setole del pennello, facendo attenzione che ci sia sufficiente prodotto per tutta l’arcata. Se non avete il fissante a portata di mano, una pratica e veloce alternativa è quella di spruzzare sulle setole del pennello della lacca per capelli prima di pettinare le sopracciglia.

Botulino: effetti e sicurezza della tossina botulinica

Quanto dura l’effetto del botulino? È sicuro? A chi ci si può rivolgere?

Domande che sono in molti a porsi, soprattutto alla luce del fatto che la medicina estetica sembra non subire affatto gli effetti della crisi economica.

Gli esperti dell’Associazione italiana terapia estetica botulino hanno realizzato un’app per spiegare tutto quello che c’è da sapere sulla tossina botulinica.

AitebApp ha una duplice funzione: da un lato informare i pazienti, dall’altro creare un filo diretto con i propri associati per promuovere la formazione e migliorare le tecniche.

L’applicazione, che sarà presentata al trentacinquesimo congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime), in programma a Roma dal 23 al 25 maggio, avrà due focus particolari: Aiteb Educational e Aiteb Help, come spiegato da Pierfrancesco Cirillo, consigliere Aiteb, che ha curato lo sviluppo e i contenuti dell’applicazione.

La prima è una sezione dedicata alla formazione dei soci. Il principio è quello di elevare il più possibile il livello di preparazione nei riguardi della tossina botulinica. Ma questo in parte è possibile farlo anche a distanza e giocando. Come? Con dei quiz a risposta multipla, con un tempo definito per dare una risposta, ed una classifica anonima: tutto ciò per stimolare l’apprendimento anche attraverso una componente competitiva.

La sezione Aiteb Help invece, servirà a favorire il confronto tra specialisti, come confermato da Cirillo.

Può capitare a tutti i medici di trovarsi davanti a situazioni o casi particolari, per cui un confronto con altri professionisti può essere utile per proporre al paziente la soluzione migliore. Ai medici viene data la possibilità di condividere direttamente le informazioni con una selezionata commissione per avere una valutazione nell’arco di poche ore.

Antiossidante e antiaging, tutte le virtù del mirtillo

Rossi blu o neri, i mirtilli sono diventati uno spuntino diffuso fra gli americani, a ragion veduta. Queste piccole e gustose bacche contengono fibra, vitamina C e tutta una serie di sostanze benefiche per la salute. Per una volta non importiamo junk food dagli USA, ma un ottimo consiglio che desideriamo condividere con i nostri lettori. Una tazza di mirtillo contiene 80 calorie, è un’eccellente fonte di manganese, che riveste un ruolo importante nello sviluppo delle ossa e nella conversione di proteine, carboidrati e grassi, in energia. Sulle virtù antiossidanti del mirtillo e la sua classificazione nella tabella Orac (acronimo per Oxygen Radicals)

Absorbance Capacity, capacità di assorbimento dei radicali dell’ossigeno), “L’importanza degli antiossidanti nell’alimentazione”. Il mirtillo è una vera bomba antiossidante, con i suoi 2.400 Orac per 100 grammi.

”Pianta appartenente al genere Vaccinium, diffusa nei boschi montani dell’emisfero boreale. Le bacche della specie V. mirtyllus (m. nero), contenente catechine (20%), antocianosidi e flavonoidi, svolgono attività antiossidante, venotonica, antidiarroica (frutto secco), protettiva della retina. Le foglie della specie V. vitis-idaea (m. rosso), contenti il glicoside arbutina, sono utilizzate come antisettico delle vie urinari” (definizione Treccani, n.d.r.).

Continua a leggere

La radiofrequenza nella depilazione: pelle finalmente liscia

L’epilazione a radiofrequenza è perfetta per quelle zone nascoste o con peli sottili, ma poco estetici, di cui desideriamo sbarazzarci, come nella zona del mento, del collo oppure delle tempie. Inoltre, a differenza dell’epilazione a luce pulsata, la radiofrequenza può indebolire peli più scuri e più resistenti, non colpendo la melanina ma il bulbo pilifero che tende a indebolirsi fino a ricrescere sempre più debole.

I primi risultati si possono raggiungere dopo tre sedute, che vanno ripetute per un periodo determinato: la sua durata varia a seconda della robustezza del pelo. Ma quali zone si possono trattare? Vediamolo:

  • Sopracciglia: per trattare le sopracciglia ci vuole una particolare attenzione. E’ sempre bene tenere presente che la moda cambia ed è consigliabile pertanto essere ben sicuri della forma che si vuole dare alla linea sopraciliare, prima di iniziare il trattamento. Questo trattamento risulta infatti progressivamente permanente e pertanto non permette di tornare indietro. Si consiglia, in questo caso, di iniziare dal centro della fronte (tra gli occhi); spostatevi poi al punto più esterno delle sopracciglia e trattate i peli dirigendovi verso il centro. Ricordatevi sempre che la pelle deve essere tesa durante la depilazione e che i peli devono essere rimossi seguendo il verso di crescita.
  • Labbro superiore: per i “baffetti” si consiglia di iniziare dall’esterno e spostarsi gradualmente verso il centro delle labbra. I follicoli sui lati delle labbra tendono a essere più profondi di quelli verso il centro, pertanto per i peli verso l’esterno sarà necessario un tempo di trattamento più lungo che per i peli che si trovano verso il centro. Ricordarsi di tenere tesa la pelle con la mano; se ciò risultasse poco agevole o scomodo, potrebbe essere d’aiuto un bastoncino rivestito d’ovatta per eseguire questa operazione.
  • Ascelle: i peli in questa zona crescono normalmente in diverse direzioni; è importante fare attenzione, quindi, a rimuoverli nella direzione di crescita! Se i peli risultano troppo spessi e profondi, è possibile fare degli impacchi caldi per aprire leggermente i follicoli.
  • Seno: può essere normale che alcuni peli crescano sul seno. Questa zona va trattata come qualsiasi altra parte del corpo. Assicurarsi che i peli siano della lunghezza consigliata (3-5mm), che siano trattati per un tempo sufficiente e rimossi nella direzione di crescita del pelo.
  • Bikini: i peli in quest’area sono normalmente spessi e quasi sempre molto profondi. In questo caso può essere necessario fare impacchi caldi per poter aprire leggermente il follicolo. Assicurarsi che la pelle sia asciutta prima di iniziare il trattamento. Iniziare dall’esterno della linea bikini e spostatesi gradualmente verso il centro, rimuovendo il pelo nel verso di crescita. Assicurarsi che la durata del trattamento sia sufficiente.
  • Gambe: assicurarsi che i peli siano della lunghezza consigliata (3-5mm). Se i peli risultano troppo spessi e profondi, è possibile fare degli impacchi caldi per aprire leggermente i follicoli.

Se desideri quindi provare questo trattamento puoi rivolgerti a un professionista del settore estetico, mentre, se desideri fare trattamenti di epilazione a radiofrequenza comodamente a casa, puoi provare prodotti come pinze a radiofrequenza, ideali specie per le zone più delicate e che richiedono grande precisione.

Trattamento antiage viso

La Radiofrequenza è un trattamento innovativo per il viso (e non solo) che sta prendendo sempre più piede in Italia. Col termine radiofrequenza esteticaci si riferisce a una serie di trattamenti che mirano a modificare la sruttura del collagene che, come noto, è il principale responsabile dell’aspetto della pelle: “riscaldandolo” attraverso l’utilizzo di energia termica lo si può rendere più vivo e rigenerato. Un’immagine di cute trattata, vista in microscopia elettronica, dimostra un aumento del diametro delle fibre-collagene, rispetto alla zona non trattata e una perdita della definizione del margine della fibre stesse, col conseguente risultato di un buon effetto “lifting” senza la necessità di passare per il classico tiraggio chirurgico dei tessuti. Un trattamento con la radiofrequenza è possibile a qualsiasi età , ma si deve dire che l’effetto sarà più positivo quanto più la pelle del soggetto sarà ancora elastica.
I risultati si evidenziano gradualmente nell’arco di alcuni mesi ma anche con una sola seduta. Il trattamento può essere ripetuto dopo un intervallo di tempo variabile.

L’Ossigeno Iperbarico o ossigeno attivo  è un metodo innovativo per donare una nuova energia alla la pelle del viso.  L’ apporto di ossigeno al nostro corpo avviene, per lo più, tramite respirazione. Quando nei tessuti viene a mancare l’adeguata pressione parziale di ossigeno, per cause naturali, ad es. con l’avanzare dell’età, nei soggetti fumatori, inquinamento o altro, è spesso la pelle a risentirne.
L’ ossigeno iperbarico veicola i principi attivi fin nello strato basale della cute e del derma, attivando processi quali:
– Richiamo in superficie di collagene e elastina
– Assorbimento del principio attivo e dell’ossigeno stesso tramite l’aumento della microcircolazione sanguinea e linfatica locale
– Aumento dei livelli di idratazione
Mediante il nostro trattamento, in una decina di minuti si ottiene un processo di rivitalizzazione cellulare tramite perfusione cutanea dell’ossigeno iperbarico e delle sostanze attive.

La Ginnastica Passiva deve essere però effettuata con apparecchiature dotate di programmi e onde specifici per il viso, con impulsi e frequenze che non interferiscono con la sensibilità del plesso neurologico facciale quale il trigemino. Con l’elettrostimolazione si  possono stimolare e attivare tutti i muscoli del viso come lo zigomatico, il buccinatore, il platisma, per tonificare il muscolo (ginnastica passiva) e per migliorare la microcircolazione (linfodrenaggio). La pelle del viso è soggetta a modifiche nel corso degli anni dovute a fattori ambientali, tra i quali raggi ultravioletti, stress, smog, e all’invecchiamento legato all’età.
La pelle perde la capacità di trattenere acqua, si assottiglia e si ricambia più lentamente. La muscolatura che funge da sostegno perde tono, spessore ed elasticità; l’ovale del viso muta i suoi contorni e compaiono inestetismi come rughe, gonfiori ecc.

Un aiuto utile per contrastare i segni del tempo può venire dall’utilizzo di queste apparecchiature a correnti “eccitomotorie”, con le quali è possibile effettuare trattamenti di ginnastica passiva per:
• distendere l’epidermide
• stimola la muscolatura del volto
• dare tono.

L‘ Acido glicolico( acido idrossiacetico ) è una sostanza naturale è un  esfoliante e rigenerante, effettua un peeling sull’ epidermide (lo strato superficiale della pelle, mentre il derma è quello profondo), eliminando le cellule dello strato corneo (il più superficiale e visibile dell’ epidermide), e permettendo a nuove cellule di sostituire le vecchie, in maniera più omogenea, senza macchie (accumuli di melanina) o avvallamenti.

Il Massaggio Connettivale al viso è una tecnica usata in completamento ad altri tipi di massaggio che lavora in modo profondo sui tessuti, facilitando il processo di filtrazione ed assorbimento che, stimolando la circolazione sanguigna e linfatica, permette alla nostra pelle di risultare più rosea e nutrita. Viene utilizzato anche per la sua azione modellante in pelli senescenti e opache. Le manualità di questo trattamento si spingono fino alla parte cervicale posteriore e su tutto il cuoio capelluto, tanto da risultare efficace nel caso in cui si presentassero tensioni al volto e alla testa con emicranie frequenti. Le trazioni profonde che vengono effettuate donano un piacevole senso di rilassatezza e leggerezza dell’estremità più alta della nostra persona.

La Pulizia del Viso è considerata nel campo estetico il trattamento di base e serve a rimuovere dalla superficie cutanea le impurità, le cellule morte (le lamelle cornee in via di desquamazione) ed i punti neri (comedoni).

Alcuni fattori potenziano l’effetto cosmetico:

  • l’umidità, perché macera lo strato corneo (la parte esterna della cute) provocando la dilatazione dei pori.
  • l’aumento della temperatura cutanea, perché diminuisce la viscosità del sebo e quindi facilita la rimozione dei comedoni (punti neri).
  • la vasodilatazione, perché stimola l’ossigenazione dei tessuti.

Nel passato le donne ricorrevano all’uso di suffumigi e di impacchi caldi, oggi tali pratiche sono sostituite da moderni generatori di vapore arricchito di ossigeno nascente ed il trattamento viene effettuato da estetiste. Per la scelta della metodica, è necessario osservare accuratamente la tipologia cutanea per individuare cosmetici, apparecchiature, procedure e frequenza del trattamento.